Dopo aver aggiunto Kevin Durant questa estate, i Golden State Warriors è passato da essere i beniamini della NBA al numero 1 il nemico pubblico della lega. Con Durant, Stephen Curry, Klay Thompson e Draymond Green, i Warriors sono ora visti da molti come un super-squadra, una squadra cattivo che facilmente valzer di un campionato la prossima stagione e per i prossimi anni.

Eppure i Warriors non sono l'unica squadra che ha avuto un recente cambiamento nella narrazione. Dopo aver guidato i Cavs di ritorno da un deficit di 3-1 nelle finali per sconfiggere Golden State, LeBron James è ora visto come un eroe non solo di ritorno da difficoltà apparentemente insormontabili, ma per portare un campionato a Northeast Ohio, qualcosa che avrebbe profetizzato fare.

Entrambi i racconti hanno i loro meriti, ma per Steph, l'idea che LeBron è un eroe e Guerrieri sono cattivi è semplicemente esilarante.

Va notato che il curry non sta ridendo o criticare la trama che James è ormai un eroe. Egli è semplicemente ridendo le narrazioni che vengono creati ed esistono a causa di sport, che, se ci pensate, è piuttosto divertente.

 

Inoltre come sottolinea Curry, la narrazione che i Guerrieri sono cattivi non sarà davvero avere alcun impatto sul loro gioco in campo. Stanno andando a giocare il loro gioco, non importa cosa pensa la gente su di loro. Il resto dei fan di campionato e opposte sarà semplicemente avere a che fare con esso.